attività‎ > ‎

L'ARTE DI DADO PER ARTEFIZIO

posted 14 Dec 2013, 15:00 by Luca Lombardi   [ updated 10 Sep 2015, 14:16 by Fabio Ortolani Petrillo ]


La performance di Dado, celebre writer bolognese, in occasione dell'inaugurazione dello shop/laboratorio di Artefizio, oggi sabato 14 dicembre 2013 è stata un bell'esempio d'unione tra generazioni: genitori e bambini, ragazzi e persone anziane, indifferentemente, sono state attratte dalla maestria d'un writer che viene dalla strada, ma che da tempo ha intrecciato il suo cammino d'artista alle mille sfaccettature dell'espressione, trovandola in svariati ambienti. Era ovvio quindi che Dado e Artefizio, reciprocamente,  potessero attrarsi. Tra chi cerca bellezza e espressione in ciò che viene erroneamente catalogato come rifiuto, o rifiutabile, non può che esserci un certo filing. 

Alessandro Ferri, in arte Dado, utilizzando il mezzo da lui così ben padroneggiato della "pittura a bomboletta" ha dipinto su una tela molto originale, fornita da Artefizio: una tela di due metri per due, per l’esattezza, costruita assemblando vecchi pallets precedentemente sbiancati e adagiata su due vecchie bobine elettriche, proprio contro il muro perimetrale dello shop.

L'opera realizzata nell'arco di due ore, piacevolmente astratta, e dai colori tenui e autunnali, si è ben inserita nel contesto "meccanico" della bella area di recupero industriale della vecchia "Grignasco", strizzando l'occhio, almeno a noi pare, all'arte artistico/artigianale di Artefizio.

Lo svolgersi dell’esibizione è stata accompagnata dalla musica del concerto rap, tenuto proprio accanto, organizzato dalla direzione del mercato comunale: due ore piacevoli e movimentate quindi, con un retrogusto educativo per chi ha potuto vedere come, con delle bombolette e molta fantasia, si possano realizzare opere diverse dalle scritte murali così diffuse nell'immaginario collettivo.


Luca Lombardi


The gadget spec URL could not be found